Linkedin Linkedin Canale YouTube Canale YouTube Pagina Facebook Gruppo Facebook

Bando elenchi speciali

Si comunica che è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale n° 212 il bando per gli elenchi speciali

 

SERIE  GENERALE

 

 

 

Spediz. abb. post. 45% – art. 2, comma 20/b Legge 23-12-1996, n. 662 – Filiale di Roma

Spediz. abb. post. – art. 1, comma 1Legge 27-02-2004, n. 46 – Filiale di Roma


Anno 160° – Numero 212

 

GAZZETTA     UFFICIALE

DELLA  REPUBBLICA   ITALIANA

 

PARTE  PRIMA


Roma – Martedì, 10 settembre 2019


SI PUBBLICA TUTTI I GIORNI NON FESTIVI

 

 

DIREZIONE E REDAZIONE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA – UFFICIO PUBBLICAZIONE LEGGI E DECRETI – VIA ARENULA 70 – 00186 ROMA AMMINISTRAZIONE PRESSO L’ISTITUTO POLIGRAFICO E ZECCA DELLO STATO – LIBRERIA DELLO STATO – PIAZZA G. VERDI 10 – 00198 ROMA – CENTRALINO 06-85081

DIREZIONE E REDAZIONE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA – UFFICIO PUBBLICAZIONE LEGGI E DECRETI – VIA ARENULA, 70 – 00186 ROMA AMMINISTRAZIONE PRESSO L’ISTITUTO POLIGRAFICO E ZECCA DELLO STATO – VIA SALARIA, 691 – 00138 ROMA – CENTRALINO 06-85081 – LIBRERIA DELLO STATO PIAZZA G. VERDI, 1 – 00198 ROMALa Gazzetta Ufficiale, Parte Prima, oltre alla Serie Generale, pubblica cinque Serie speciali, ciascuna contraddistinta       da autonoma numerazione:

1ª Serie speciale: Corte costituzionale (pubblicata il mercoledì)

2ª Serie speciale: Unione europea (pubblicata il lunedì e il giovedì)

3ª Serie speciale: Regioni (pubblicata il sabato)

4ª Serie speciale: Concorsi ed esami (pubblicata il martedì e il venerdì)

5ª Serie speciale: Contratti pubblici (pubblicata il lunedì, il mercoledì e il venerdì)

 


La Gazzetta Ufficiale, Parte Seconda, “Foglio delle inserzioni”, è pubblicata il martedì, il giovedì e il sabato

AVVISO ALLE AMMINISTRAZIONI

Al fine di ottimizzare la procedura di pubblicazione degli  atti  in  Gazzetta  Ufficiale, le Amministrazioni sono pregate di inviare, contemporaneamente e parallelamente alla trasmissione su carta, come da norma, anche copia telematica dei medesimi (in formato word) al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: gazzettaufficiale@giustiziacert.it, curando che, nella nota cartacea di trasmissione, siano chiaramente riportati gli estremi dell’invio telematico (mittente, oggetto e data).

Nel caso non si disponga ancora di PEC, e fino all’adozione della stessa, sarà possibile trasmettere gli atti a: gazzettaufficiale@giustizia.it

 

S O M M A R I O

 

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

 

 

Ministero dell’economia e delle finanze

 

DECRETO 8 agosto 2019.

Avvio a regime della rilevazione SIOPE per le Autorità amministrative indipendenti, secondo le modalità previste dall’articolo 14, della legge

31 dicembre 2009, n. 196. (19A05512) . . . . . . . . Pag. 1

Ministero della salute

 

DECRETO 9 agosto 2019.

Istituzione degli elenchi speciali ad esaurimen- to istituiti presso gli Ordini dei tecnici sanitari  di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzio-

ne.  (19A05560)…………………………………………………………….. Pag. 105

 

Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo

 

DECRETO 15 luglio 2019.

Programma annuale di distribuzione di derra-

te alimentari per l’anno 2019.  (19A05561)…………….. Pag. 107

DECRETI E DELIBERE DI ALTRE AUTORITÀ

 

Agenzia italiana del farmaco

 

DETERMINA 30 agosto 2019.

Riclassificazione del medicinale per uso umano

«Lopinavir e Ritonavir Sandoz», ai sensi dell’ar- ticolo 8, comma 10, della legge 24 dicembre 1993,

n. 537. (Determina n. 1290/2019).  (19A05550)  . .        Pag. 109

DETERMINA 30 agosto 2019.

Riclassificazione del medicinale per uso uma- no «Acido Folico EG», ai sensi dell’articolo 8, comma 10, della legge 24 dicembre 1993, n. 537.

(Determina n. 1291/2019). (19A05551) . . . . . . . . Pag. 111

 

 

 

MINISTERO DELLA SALUTE

DECRETO 9 agosto 2019.

Istituzione degli elenchi speciali ad esaurimento istituiti presso gli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica    e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione.

 

IL MINISTRO DELLA SALUTE

Visto l’art. 4, comma 9, lettera c), della legge 11 genna- io 2018, n. 3, il quale stabilisce che i collegi dei tecnici sa- nitari di radiologia medica sono trasformati in Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione;

Visto il decreto del Ministro della salute del 13 marzo 2018, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubbli- ca italiana n. 77 del 3 aprile 2018, concernente l’istitu- zione degli albi professionali presso gli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione;

Visto il comma 4-bis, dell’art. 4, della legge 26 febbra- io 1999, n. 42, introdotto dall’art. 1, comma 537, della  legge 30 dicembre 2018, n. 145, il quale prevede che fer- ma restando la possibilità di avvalersi delle procedure per il riconoscimento dell’equivalenza dei titoli del pregresso ordinamento alle lauree delle professioni sanitarie di cui alla legge 1° febbraio 2006, n. 43, coloro che svolgono o abbiano svolto un’attività professionale in regime di la- voro dipendente o autonomo, per un periodo minimo di trentasei mesi, anche non continuativi, negli ultimi dieci anni, possono continuare a svolgere le attività professio- nali previste dal profilo della professione sanitaria di ri- ferimento, purché si iscrivano, entro il 31 dicembre 2019, negli elenchi speciali ad esaurimento istituiti presso gli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione;

Visto il comma 538, dell’art. 1, della legge 30 dicem- bre 2018, n. 145, il quale prevede che entro sessanta gior- ni dalla data di entrata in vigore della medesima legge

n. 145 del 2018, con decreto del Ministro della salute sono istituiti gli elenchi speciali di cui al comma 4-bis, dell’art. 4, della legge 26 febbraio 1999, n. 42;

Visto il comma 540, dell’art. 1, della legge 30 dicem- bre 2018, n. 145, il quale prevede che l’iscrizione negli elenchi speciali di cui al comma 4-bis, dell’art. 4, della legge 26 febbraio 1999, n. 42, cui si provvede nell’ambito delle risorse umane, finanziarie e strumentali disponibili a legislazione vigente, e comunque senza nuovi o mag- giori oneri per la finanza pubblica, non produce, per il possessore del titolo, alcun effetto sulla posizione funzio- nale rivestita e sulle mansioni esercitate, in ragione del titolo, nei rapporti di lavoro dipendente già instaurati alla data di entrata in vigore della medesima legge n. 145 del 2018;

Tenuto conto che le disposizioni di cui al comma 4- bis, dell’art. 4, della legge 26 febbraio 1999, n. 42, in-

trodotto dall’art. 1, comma 537, della legge 30 dicembre 2018, n. 145, si riferiscono ai soggetti che non possono essere inseriti negli albi delle professioni sanitarie e che,


per esercitare la propria attività, devono iscriversi entro il 31 dicembre 2019 negli elenchi speciali ad esaurimento, per essi esclusivamente istituiti;

Ritenuto pertanto di dare attuazione a quanto previsto dal citato comma 538, dell’art. 1, della legge 30 dicembre 2018, n. 145;

Decreta:

Art. 1.

Istituzione degli elenchi speciali ad esaurimento istituiti presso gli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione

  1. Ai sensi del comma  4-bis,  dell’art.  4,  della  leg- ge 26 febbraio 1999, n. 42, introdotto dall’art. 1, com- ma 537, della legge 30 dicembre 2018, n. 145, presso gli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, sono istituiti i seguenti elenchi speciali ad esaurimento:

a)  elenco speciale ad esaurimento per lo svolgimen- to delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di tecnico sanitario di laboratorio biomedico;

b)  elenco speciale ad esaurimento per lo svolgimen- to delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di tecnico audiometrista;

c)  elenco speciale ad esaurimento per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della pro- fessione sanitaria di tecnico audioprotesista;

d)  elenco speciale ad esaurimento per lo svolgimen- to delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di tecnico ortopedico;

e)  elenco speciale ad esaurimento per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della pro- fessione sanitaria di dietista;

f)  elenco speciale ad esaurimento per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della pro- fessione sanitaria di tecnico di neurofisiopatologia;

g)  elenco speciale ad esaurimento per lo svolgimen- to delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di tecnico fisiopatologia cardiocir- colatoria e perfusione cardiovascolare;

h)  elenco speciale ad esaurimento per lo svolgimen- to delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di igienista dentale;

i)  elenco speciale ad esaurimento per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della pro- fessione sanitaria di fisioterapista;

j)  elenco speciale ad esaurimento per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della pro- fessione sanitaria di logopedista;

k)  elenco speciale ad esaurimento per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della pro- fessione sanitaria di podologo;

 

 

l)  elenco speciale ad esaurimento per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della pro- fessione sanitaria di ortottista e assistente di oftalmologia;

m)  elenco speciale ad esaurimento per lo svolgimen- to delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di terapista della neuro e psicomo- tricità dell’età evolutiva;

n)    elenco speciale ad esaurimento per lo svolgi- mento delle attività professionali previste dal profilo  della professione sanitaria di tecnico della riabilitazione psichiatrica;

  • o)  elenco speciale ad esaurimento per lo svolgimen- to delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di terapista occupazionale;

p)  elenco speciale ad esaurimento per lo svolgimen- to delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di educatore professionale;

q)  elenco speciale ad esaurimento per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della pro- fessione sanitaria di tecnico della prevenzione nell’am- biente e nei luoghi di lavoro.

  1. Agli elenchi speciali ad esaurimento di cui al com- ma 1, possono essere iscritti, entro il 31 dicembre 2019:

a)   lavoratori dipendenti di strutture pubbliche, che svolgono o abbiano svolto le attività professionali previ- ste dal profilo della professione sanitaria di riferimento:

  1. per un periodo minimo di trentasei mesi, anche non continuativi, negli ultimi dieci anni alla data di entra- ta in vigore della legge n. 145 del 2018;
    1. che siano in possesso di un titolo il quale, all’epoca della prima immissione in servizio, abbia per- messo di svolgere o continuare a svolgere le attività pro- fessionali dichiarate, in virtù di una procedura selettiva pubblica;

b)  lavoratori dipendenti di strutture sanitarie e socio sanitarie private, che svolgono o abbiano svolto le attività professionali previste dal profilo della professione sanita- ria di riferimento:

  1. per un periodo minimo di trentasei mesi, anche non continuativi, negli ultimi dieci anni alla data di entra- ta in vigore della legge n. 145 del 2018;
    1. che siano in possesso di un titolo il quale, all’epoca della prima immissione in servizio o per succes- sive disposizioni nazionali o regionali, abbia permesso di svolgere o continuare a svolgere le attività professionali dichiarate;
    2. che possano dimostrare l’effettivo inquadra- mento e retribuzione presso una struttura sanitaria o socio sanitaria privata a seguito di assunzione documentata;

c)  lavoratori autonomi che svolgono o abbiano svol- to le attività professionali previste dal profilo della pro- fessione sanitaria di riferimento:

  1. per un periodo minimo di trentasei mesi, anche non continuativi, negli ultimi dieci anni alla data di en- trata in vigore della legge n. 145 del 2018, documentato:
  2. dal possesso di partita I.V.A. fin dall’inizio dell’attività libero professionale e/o la copia dei contratti delle collaborazioni espletate;
  3. dalla documentazione fiscale  comprovan- te lo svolgimento dell’attività professionale nel mese di riferimento;
  4. da ogni altro eventuale atto utile a dimo- strare l’effettivo svolgimento dell’attività professionale dichiarata;
  5. che siano in possesso di un titolo il quale, all’epoca dell’inizio dell’attività libero professionale o per successive disposizioni nazionali o regionali, abbia permesso di svolgere o continuare a svolgere le attività professionali dichiarate.
    1. Al computo del periodo minimo di trentasei mesi, anche non continuativi, negli ultimi dieci anni, alla data  di entrata in vigore della legge n. 145 del 2018, di svol- gimento delle attività professionali concorrono, in modo cumulativo, tutti i periodi lavorativi certificati di cui al comma 2, lettere a), b), e c).
    2. Resta fermo che l’iscrizione negli elenchi speciali ad esaurimento non produce, per il possessore del titolo, alcun effetto sulla posizione funzionale rivestita e sulle mansioni esercitate, in ragione del titolo, nei rapporti di lavoro dipendente già instaurati alla data di entrata in vi- gore della legge n. 145 del 2018.


5. L’iscrizione agli elenchi speciali ad esaurimento non preclude ai lavoratori dipendenti pubblici o privati o auto- nomi, che siano in possesso di titoli e di attività lavorativa idonei, di accedere alle procedure di equivalenza di cui all’art. 4, comma 2, della legge n. 42 del 1999.

  1. Una volta conseguita l’equivalenza, l’iscritto all’elenco speciale ad esaurimento potrà iscriversi al rela- tivo albo professionale dell’Ordine dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, con conseguente cancellazione dall’elenco speciale.

Art. 2.

Ulteriori requisiti per l’iscrizione agli elenchi speciali ad esaurimento

  1. Per l’iscrizione agli elenchi speciali ad esaurimento di cui all’art. 1, è necessario il possesso dei seguenti, ul- teriori, requisiti:

a)   cittadinanza italiana o di altro Paese dell’Unione europea;

b)  avere il pieno godimento dei diritti civili;

c)   nessun carico pendente risultante dal certificato generale del casellario giudiziale;

d)    residenza o domicilio professionale nella cir- coscrizione dell’Ordine, presso il  quale  sono  istituiti  gli elenchi speciali ad esaurimento, al quale si richiede l’iscrizione.

Art. 3.

Tenuta degli elenchi speciali ad esaurimento

  1. Gli elenchi speciali ad esaurimento di cui all’art. 1 sono tenuti dagli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabi- litazione e della prevenzione territorialmente competenti.

 

 

  1. Il consiglio direttivo dell’Ordine dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, dopo aver vaglia- to la documentazione di cui agli articoli 1 e 2 del presente decreto, provvede all’iscrizione dei lavoratori nell’elenco speciale di riferimento; stabilisce, inoltre, un contributo annuale a carico degli iscritti all’elenco speciale ad esau- rimento necessario a coprire le spese di gestione.

Art. 4.

Cancellazione dagli elenchi speciali ad esaurimento

 

  1. La cancellazione dall’elenco speciale ad esaurimen- to è pronunziata dal consiglio direttivo dell’Ordine com- petente per territorio, nei casi di:

b)  perdita del godimento dei diritti civili;

c)   accertata carenza dei requisiti di cui precedenti articoli;

d)  rinunzia all’iscrizione;

e)   mancato pagamento del contributo annuale di cui all’art. 3;

f)  trasferimento all’estero.

2. La cancellazione, tranne nel caso di rinuncia all’iscri- zione, non può essere pronunziata se non previo contrad- ditorio con l’interessato. La cancellazione ha efficacia su tutto il territorio nazionale.

Art. 5.

Elenco speciale dei massofisioterapisti

 

  1. Ai sensi del comma  4-bis,  dell’art.  4,  della  leg- ge 26 febbraio 1999, n. 42, introdotto dall’art. 1, com- ma 537, della legge 30 dicembre 2018, n. 145, presso gli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione è istituito l’elenco speciale ad esaurimento dei massofisioterapisti il cui titolo è stato conseguito ai sensi della legge 19 maggio 1971, n. 403.

2. Ai fini dell’iscrizione all’elenco di cui al comma 1, si applicano le disposizioni di cui all’art. 1, commi 2, 3, 4, 5 e 6, e all’art. 2.

  1. Per la tenuta e la cancellazione dall’elenco speciale ad esaurimento dei massofisioterapisti si applicano le di- sposizioni di cui agli articoli 3 e 4.
  2. I presidenti degli Ordini dei tecnici sanitari di radio- logia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione si avvalgono del sup- porto tecnico-amministrativo di uno fino a un massimo  di cinque rappresentanti designati, per ogni regione, dalle associazioni rappresentative dei massofisioterapisti.
  3. L’iscrizione all’elenco di cui al comma 1 non com- porta di per sé l’equipollenza o l’equivalenza ai titoli ne- cessari per l’esercizio delle professioni di cui all’art. 1, comma 1.

 

Art. 6.

Invarianza di oneri

1. L’attuazione delle disposizioni di cui al presente de- creto non comporta nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.

Il presente decreto è inviato agli organi di controllo ed è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 9 agosto 2019

Il Ministro: GRILLO

Registrato alla Corte dei conti il 28 agosto 2019

Ufficio di controllo sugli atti del Ministero dell’istruzione, dell’uni- versità e della ricerca, del Ministero dei beni e delle attività culturali, del Ministero della salute, del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, reg. n. 1-2960

 

19A05560

 

 

 

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI, FORESTALI E DEL TURISMO

DECRETO 15 luglio 2019.

Programma annuale di distribuzione di derrate alimenta- ri per l’anno 2019.

 

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI, FORESTALI E DEL TURISMO

DI  CONCERTO CON

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

Visto il regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamen- to europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante organizzazione comune dei mercati dei prodotti agrico-  li e che abroga i regolamenti (CEE) n. 922/72, (CEE)     n. 234/79, (CE) n. 1037/2001 e (CE) n. 1234/2007 del

Consiglio;

Visto il decreto-legge del 22 giugno 2012, n. 83, recan- te «Misure urgenti per la crescita del Paese», convertito con modificazioni dalla legge 7 agosto 2012, n. 134 ed in particolare, l’art. 58, che prevede l’istituzione di un fondo per il finanziamento dei programmi nazionali di distri-  buzione di derrate alimentari alle persone indigenti nel territorio della Repubblica italiana presso l’Agenzia per  le erogazioni in agricoltura – AGEA, alimentato da risorse pubbliche e private;

Visto in particolare, il comma 2 dell’art. 58, ai sensi del quale, con decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, di concerto con il Ministro per la cooperazione internazionale e l’integrazione, viene adot- tato, entro il 30 giugno di ciascun anno, il programma annuale di distribuzione delle derrate che identifica le tipologie di prodotto, le organizzazioni caritative benefi- ciarie, nonché le modalità di attuazione;

il file in pdf